vleugeltje

Regina Albrink,

biography eng fr it ned
Regina1

concerto è stato registrato nella sala del Concertgebouw ad Amsterdam, oltreché trasmesso alla radio olandese, come già da sedici anni ritualmente accade ogni 26 dicembre.

Del quarto CD, che comprende i Valzer di Brahms op.39, un giornalista del settimanale Luister (siamo nell’aprile 2006) mette in evidenza l’equilibrio dello strumento e della musica stessa, ed esalta la sublimità e la grandiosità dell’interpretazione.

Durante un concerto nella sala del Concertgebouw ad Amsterdam tenutosi il 28 dicembre 2008 è stata effettuata un registrazione di un DVD con la quale la pianista Regina Albrink ha sorpreso tutti coloro che hanno visto e ascoltato questo concerto. Regina Albrink ha deciso di incidere questo DVD dopo aver raggiunto eseguendo questo programma durante molti concerti raggiungendo quella perfezione che è necessaria ed indispensabile per la divulgazione di un DVD.

L’ultimo lavoro di Regina Albrink è un CD che comprende musiche esclusivamente di Franz Liszt. È noto che eseguire con maestrìa e quindi superare tutte le difficoltà tecniche che si presentano nei lavori del grande compositore ungherese è un impresa al quanto ardua, ciononostante la pianista Regina Albrink ha dimostrato di poter superare tutti gli ostacoli che Le si presentano.

Attualmente la pianista ha creato un nuovo progetto che comprende appunto tutte le musiche dell’ultime CD. Il progetto che sta avendo molto successo in tutta l’Olanda è imperniato su un concerto che però oltre alla pianista Regina Albrink, prende parte anche un attore il quale racconta con spiccata sensibilità e maestrìa la vita di Franz Liszt, mettendo in evidenza i più significativi ed importanti aneddoti del compositore ungherese.

Il futuro di Regina Albrink ha già in programma molti concerti in Olanda, Inghilterra, Germania, Italia, Stati Uniti, Portogallo e Francia. Richieste varie sono infine giunte anche dall’orchestra di Montpellier, assieme alla quale presto la Albrink interpreterà un celebre concerto: con ogni probabilità il primo per pianoforte e orchestra di Tchaikovskij, o il primo per pianoforte e orchestra di d’Albert. Oppure ancora il primo concerto per pianoforte e orchestra di Chopin, quello per pianoforte e orchestra in la minore di Grieg, o quello per pianoforte e orchestra di Antonin Dvoràk.

contact1
cddvd1
fotos1
pers1
actueel1
biografie1
home1
webdesign©
agenda1

Regina Albrink non è soltanto una pianista solista, ma esegue col suo strumento una grande varietà di generi musicali: dal balletto, alla musica da camera, fino ai più famosi lavori per pianoforte e orchestra. Dopo aver conseguito il diploma superiore di pianoforte al conservatorio di Amsterdam, sotto la guida della celebre insegnante francese Danièle Dechenne, ha perfezionato i suoi studi all’Accademia Franz Liszt di Budapest grazie agli insegnamenti di maestri del calibro di Ferenc Rados e Pál Kadosa.

Al ritorno in patria, Regina Albrink ha interpretato gli studi di Chopin in forma di musica da balletto con il famoso coreografo Hans van Manen effettuando numerosissime rappresentazioni nel Benelux e in Germania. Nell’ultimo decennio ha partecipato a diverse esibizioni teatrali ed eseguito le più celebri note di Chopin e Beethoven sui più importanti palchi d’Olanda.

L’eclettica carriera da solista di Regina Albrink comprende le musiche appartenenti al periodo classico, neo-classico e sopratutto i più importanti lavori del romanticismo. Accanto all’esecuzione del concerto in mi minore per pianoforte e orchestra eseguito nella grande sala del Concertgebouw di Amsterdam e all’Alte Oper di Francoforte, Regina Albrink ha eseguito anche il primo concerto per pianoforte e orchestra di d’Albert, guadagnando in quell’occasione – così come in numerose altre esibizioni – una recensione entusiastica da parte dei critici. Alla fine dell’esecuzione del primo concerto per pianoforte e orchestra di Chopin un giornalista del Neue Westfälische Zeitung ha elogiato la Albrink immaginando che “se lo stesso Chopin avesse ascoltato la sua esecuzione ne sarebbe rimasto egli stesso fortemente colpito”.

Recentemente si è esibita con straordinario successo negli Stati Uniti interpretando recital e masterclasses. A queste ottime prestazioni hanno fatto eco talune eccellenti esibizioni in Gran Bretagna, grazie alle quali pubblico e critica hanno potuto apprezzarne in particolar modo l’impeccabile chiarezza del suono, la precisione nell’uso della dinamica e dell’agogica e la minuziosa cura di ogni singolo passaggio musicale.

E’ datata 2002 la sua prima incisione di un CD, dedicato interamente ai capolavori dell’Americano Louis Moreau Gottschalk. E come scrive il giornale francese Le Nouvel Observateur, “Regina Albrink può sfoggiare tutta la sua virtuosità superando con la estrema facilità tutte le difficoltà tecniche che s’incontrano nei pezzi pianistici di Gottschalk (da molti definito lo Chopin Americano)”. L’interesse che desta la musica di Gottschalk è l’interpretazione di questi pezzi da parte di Regina Albrink hanno fatto sì che testate di importanza internazionale come Le monde de la musique, MDR radio, la Philadelphia Public Radio ne abbiano esaltato le rappresentazioni con una vera pioggia di complimenti.

Il secondo CD della pianista Regina Albrink comprende i quattro scherzi di Frédéric Chopin e altri pezzi dello stesso compositore.

Il terzo CD (Live in Concert) comprende la Suite in re minore di Haendel, la Patetica di Beethoven, 3 Danze Argentine di Ginestera e la terza sonata di Chopin op. 58. Questo

photo©cor heilig
fr webdesign©